giovedì 29 novembre 2018

Parliamo oggi di un primo piatto: gli spaghetti alla puttanesca. Questi ingolosiscono per il sapido condimento che li avvolge: pomodori pelati, olive di Gaeta, capperi e filetti di alici donano a questi spaghetti un gusto unico. Ma è anche il nome insolito della ricetta che lo rende ancora più sfizioso e desta curiosità rispetto alle sue origini, contese tra Lazio e Campania. 





INGREDIENTI
Spaghetti N°5 320 g 
Pomodori pelati 800 g 
Capperi sotto sale 10 g 
Prezzemolo da tritare 1 mazzetto 
Acciughe sott'olio 25 g 
Olive di Gaeta 100 g 
Aglio 3 spicchi 
Peperoncino secco 2 
Olio extravergine d'oliva 30 g 
Sale fino q.b.

PREPARAZIONE
Per realizzare la pasta alla puttanesca per prima cosa sciacquate sotto l’acqua corrente i capperi per eliminare il sale in eccesso, poi asciugateli e poneteli su un tagliere per tritateli al coltello grossolanamente. Prendete le olive di gaeta denocciolate e schiacciatele con la lama del coltello.
Lavate, asciugate il prezzemolo e tritatelo. Ponete sul fuoco una pentola colma di acqua e portate al bollore (salate quando bollirà); servirà per la cottura della pasta. Intanto in una padella ampia versate l’olio, gli spicchi d’aglio sbucciati e lasciati interi e il peperoncino secco tritato. Aggiungete i filetti di acciughe e i capperi dissalati. Rosolate a fuoco medio per 5 minuti mescolando spesso, così le acciughe si scioglieranno e si sprigioneranno tutti gli aromi. Trascorso questo tempo versate i pelati leggermente schiacciati, mescolate con un cucchiaio e cuocete per altri 10 minuti a fuoco medio. Intanto lessate gli spaghetti al dente.
Quando il sugo sarà pronto, eliminate gli spicchi d’aglio e aggiungete le olive schiacciate. Aromatizzate il sugo con il prezzemolo fresco tritato.
Nel frattempo sarà giunta a cottura anche la pasta, scolatela direttamente in padella e saltatela per mezzo minuto, giusto il tempo di fare amalgamare tutti i sapori. Servite gli spaghetti alla puttanesca ben caldi.
Consigliamo di consumare subito gli spaghetti alla puttanesca, se dovessero avanzare potete conservarli un giorno in frigorifero coperti con pellicola. Si sconsiglia la congelazione.

0 commenti:

Posta un commento

I più letti