venerdì 22 febbraio 2019

Parliamo oggi di un dolce: i tortelli di Carnevale. Si tratta di dolcetti fritti tipicamente lombardi, per la precisione di Milano. L’impasto dei tortelli ha una consistenza piuttosto fluida per cui viene immerso nell’olio caldo a cucchiaiate. Durante la frittura, i tortelli di Carnevale aumentano di volume rimanendo cavi all’interno, cosa che vi permetterà, se volete renderli ancora più golosi, di riempire i tortelli di Carnevale con svariate creme come la pasticcera, la chantilly, la crema al cioccolato, al limone o altro ancora.




INGREDIENTI (per l'impasto)
Latte intero 250 ml 
Burro 100 g 
Farina 00 300 g 
Zucchero 100 g 
Vanillina 1 bustina 
Scorza di limone 1 
Uova 8 
Tuorli 2 
Lievito in polvere per dolci mezza bustina 
Sale fino 1 pizzico

PER FRIGGERE
Olio di semi di arachide q.b.

PER COSPARGERE
Zucchero q.b.

PREPARAZIONE
Per preparare i tortelli di Carnevale, versate il latte in un tegame unite il burro tagliato a cubetti e lo zucchero, aggiungete la vanillina, il sale e in ultimo la scorza di limone grattugiata.
Portate ad ebollizione il composto mescolando con un cucchiaio di legno, quando avrà raggiunto il bollore, togliete il tegame dal fuoco e versateci la farina setacciata insieme al lievito e mescolate energicamente fino ad amalgamare gli ingredienti e ottenere una palla compatta.
Quindi rimettete il tegame sul fuoco basso e mescolate per un paio di minuti fino a quando vedrete apparire sul fondo una patina biancastra. Trasferite il composto in una ciotola e lasciate intiepidire. Quando si sarà intiepidito aggiungete al composto un uovo alla volta, mescolando per bene fino a che l'uovo non si sarà completamente assorbito, quindi procedete nello stesso modo con le altre uova, avendo l'accortezza di non aggiungete l’uovo successivo finché il precedente non sarà stato completamente assorbito, al termine dovrete ottenere un composto fluido ma non liquido.
In un tegame dai bordi alti, versate dell’olio di semi e portatelo ad una temperatura calda ma non bollente (170°-180°). I tortelli dovranno friggere lentamente per non scurirsi di colpo mantenendo l’interno crudo, quindi, prima di friggerne uno, fate una prova con pochissimo impasto; quest’ultimo dovrà dorarsi lentamente. Quando l’olio sarà pronto, prelevate con un cucchiaio un quantitativo di impasto del volume di una noce; con un altro cucchiaio fate scivolare l’impasto nell’olio e, dopo aver contato fino a 5, girate il tortello per farlo dorare e gonfiare in egual misura su tutta la superficie. Per mezzo di una schiumarola, prelevate il tortello ormai dorato, ponetelo a sgocciolare dell’olio in eccesso su della carta assorbente da cucina e poi fatelo rotolare nello zucchero semolato. I vostri tortelli di Carnevale sono pronti.
Chiaramente i tortelli di Carnevale sono ottimi mangiati appena fritti ancora caldi, si possono servire anche tiepidi. Se volete conservarli vi consigliamo di porli in una scatola di latta foderata con carta assorbente da cucina, da chiudere con coperchio.

0 commenti:

Posta un commento

I più letti