sabato 2 febbraio 2019

Parliamo oggi di un secondo piatto: le polpettine di tonno e ricotta. La panatura croccante avvolge la morbidezza dell'interno, data proprio dal tonno amalgamato con la ricotta e insaporito dai capperi e dalle acciughe.

INGREDIENTI (per circa 20 polpettine)
Tonno sott'olio sgocciolato 230 g 
Ricotta vaccina 200 g 
Acciughe (alici) filetti sott'olio 20 g 
Capperi sotto sale 20 g 
Pangrattato 50 g 
Prezzemolo da tritare 8 g 
Uova medie 2 
Parmigiano reggiano 50 g 
Sale fino q.b. 
Pepe nero q.b.

PER IMPANARE E FRIGGERE
Pangrattato 40 g 
Olio di semi di arachide q.b.

PREPARAZIONE
Per preparare le polpettine di tonno e ricotta iniziate dalla preparazione dell'impasto. Unite in una ciotola la ricotta, il parmigiano grattugiato, il tonno sbriciolato e le acciughe sgocciolate.
Aggiungete i capperi (preventivamente sciacquati), il prezzemolo tritato, il pangrattato e in ultimo le uova leggermente sbattute, quindi iniziate a mescolare il composto con una forchetta.
Miscelate insieme tutti gli ingredienti, aggiungete il sale e il pepe e terminate di impastare con le mani fino ad avere un composto compatto ed omogeneo: se il composto dovesse risultare troppo morbido potete aggiungere ancora un po' di formaggio, in caso contrario potete ammorbidirlo con qualche goccia di latte. A questo punto inumidite leggermente le mani e prelevate delle piccole porzioni di impasto del peso di circa 30 grammi a cui darete la classica forma a polpettina, tonda e leggermente schiacciata.
Dopo aver formato tutte le polpette, passatele nel pangrattato e scaldate l'olio di semi in un pentolino fino alla temperatura di 180°. Friggete poche polpettine alla volta: basteranno pochi istanti per farle diventare belle dorate.
Quando le polpettine si saranno dorate, scolatele e trasferitele su della carta assorbente da cucina per eliminare l'olio in eccesso. Servite le vostre polpettine di tonno e ricotta ancora calde.
Potete congelare le polpette di tonno e ricotta ancora crude e poi scongelarle e friggerle all'occorrenza. Una volta cotte potete consumarle al momento o conservarle in frigorifero, chiuse in un contenitore ermetico, al massimo per 1-2 giorni.

0 commenti:

Posta un commento

I più letti