sabato 18 aprile 2020

"Un segno di responsabilità nei confronti della collettività e di chi, in questo periodo, si sta sacrificando per noi, a partire dal personale ospedaliero fino agli operatori della ristorazione e del turismo, che sono i nostri primi ambasciatori". Con questa dichiarazione il presidente dell’Associazione Luca Ferraris spiega la scelta di rinviare la Festa del Ruchè, organizzata in collaborazione con GoWine, al 7-9 maggio 2021. 

Come dice il nome stesso, la Festa del Ruchè è un momento di gioia e di incontro tra i produttori e il pubblico per scoprire questo vino unico nel proprio genere. Nel momento attuale, non ci sono i presupposti per questo spirito. Ciò non significa che le aziende siano ferme, anzi, in vigneto freme l’attività legata al risveglio della natura e l’Associazione si prepara per formulare una nuova proposta di incontro "virtuale".
A breve partirà un calendario di degustazioni on line alla scoperta del Ruchè di Castagnole Monferrato, condotte dal blogger Francesco Saverio Russo, e in autunno è in programma un tour d’Italia dedicato agli incontri con questo vino straordinario in ristoranti ed enoteche.
Quello dell’Associazione è, quindi, solo un arrivederci.

0 commenti:

Posta un commento

Archivio CN

I più letti