giovedì 5 marzo 2020

MILANO. Colpo da maestro per la ditta Garbo Surgelati che approda in TV nazionale con un primo spot avvincente: la storia di un angelo mandato sulla terra per riportare pace e sorriso, riscaldando cuori tristi ed infreddoliti con i suoi bei fritti dorati e panati.
Fin qui potrebbe sembrare una storia banale, se non che l’angelo che via via si trasforma prima in chef, quindi in maître di sala, non è nientemeno che Gennaro Cannavacciuolo: talentuoso attore di larga fama, che sta al mondo della recitazione quanto Antonino Cannavacciuolo sta al mondo culinario.

Un’intuizione brillante quindi la scelta della Garbo Surgelati di usare l’attore partenopeo come testimonial, così da suggerire in modo subliminale un doppio avallo per i propri prodotti: la loro qualità e bontà che ricorda il famoso chef omonimo, la loro unicità e versatilità uniti a quello dell’elegantissimo attore. Sintetizzando che la bontà culinaria travalica i propri confini, diventando arte a tutto tondo.
Uno spot curatissimo la cui resa è impeccabile ed invitante, grazie ad un lavoro fotografico di stampo cinematografico.
Insomma, un minuto che riconcilia gli animi dei personaggi, uniti nel nome dell’arte e ammagliati dall’eleganza di Cannavacciuolo-l’attore che, strizzando l’occhio allo chef Antonino, stuzzica la gola ed il palato dello spettatore servendo irresistibili fiori di zucca dorati, arancini e supplì dalla mozzarella filante della ditta Garbo, e con quale garbo.

0 commenti:

Posta un commento

Archivio CN

I più letti