martedì 4 febbraio 2020

MILANO. 2 novità caratterizzano il mese de Il Buono in Tavola, mercato contadino a filiera corta che ogni martedì anima la piazza antistante la Basilica di Sant’Eustorgio, a pochi passi dai Navigli: la fattoria Il Cascinetto (Salvarola, Cr) sarà presente ogni martedì con la carne di struzzo e la frutta bio del progetto Buono Dentro. Tra i jolly fa invece il suo ingresso dalla Bassa Pavese il riso Carnaroli dell’azienda Campo dell’Oste (Filighera, Pv), agricoltori da oltre 150 anni e bio dal 1998.
Filiera completa e sostenibilità con prodotti agricoli provenienti da zone e produttori che hanno a cuore la biodiversità: questa l’elemento che caratterizza questo farmers’ market nel cuore di Milano. Un mercatino indipendente che non è legato ad alcuna associazione, è costituito solo da produttori agricoli lombardi e che ha preso il via nella primavera 2015 grazie ad un bando del Comune di Milano che ha voluto dare spazio all’agricoltura regionale ed alla sua produzione d’eccellenza.
Dalle campagne lombarde alle tavole dei milanesi: fanno parte dell’ampio catalogo de Il Buono in Tavola prodotti di stagione a filiera completa ma anche progetti ed iniziative contro lo spreco alimentare. Tra questi, Buono Dentro ovvero frutta di imperfetto aspetto proposta a prezzi low cost.
Sui banchi del mercato frutta e verdura raccolta poche ore prima, riducendo al minimo la distanza tra luogo di produzione, luogo di vendita ed infine il consumatore finale. Ed inoltre salumi, formaggi vaccini e di capra, latte, carne, pane fresco e prodotti da forno, uova, miele, vino ma anche piatti pronti da asporto per le schiscette della pausa pranzo o per una cena in nome della dieta mediterranea. Un catalogo ricco che comprende nello specifico freschi di stagione, pane, focaccia, prodotti da forno, farine, torte salate, dolci, conserve, il miele prodotto sulle montagne di Sondrio, i salumi di maiale e di capra bio, le deliziose verdure di Carbonara al Ticino, gli arrosti, le carni bianche e rosse nostrane, il latte e le uova di Bergamo, le marmellate, il riso, dall’Oltrepo Pavese i vini naturali di Maggi Vini Possessione Sparano Capelli, la produzione di Cascina Santa Brera, realtà agricola bio del Parco Agricolo Sud. E ancora i formaggi vaccini, quelli bio di capra dei pascoli di Montegrino (Va) e Capracanta, formaggio caprino a latte crudo del progetto filiera di Slow Food Sopra La Panca. Tra i banchi del farmers’ market del Parco delle Basiliche è possibile trovare la carne di struzzo: una carne molto tenera che pur essendo una carne rossa, ha un contenuto di grassi e colesterolo paragonabile alle carni bianche. Ricca di ferro e proteine, i suoi grassi sono per lo più polinsaturi e quindi adatta a chi vuole tenere a bada il colesterolo.
Il mercatino del martedì di piazza Sant’Eustorgio vede anche la presenza di alcuni produttori jolly che si passano il testimone di martedì in martedì: protagonista di ogni primo martedì il riso Carnaroli dell’azienda Campo dell’Oste (Filighera, Pv). L’11 Febbraio sarà invece la volta dell’azienda Anima Rossa e dello zafferano prodotto nel cuore della Brianza. Seguono nei martedì successivi i frutti di bosco in vasetto o trasformati in deliziose marmellate e composte di Cascina di Mezzo per chiudere in bellezza il mese grazie all’olio extra vergine di oliva Garda DOP biologico di La Cavagnina.

Link:

0 commenti:

Posta un commento

I più letti