sabato 17 ottobre 2020

I laboratori di Pistì presentano il loro fiore all’occhiello: la Crema di Pistacchio dal profumo avvolgente e dal sapore unico e inconfondibile, pronta per essere spalmata o assaporata direttamente al cucchiaio. È con questa prelibatezza che Pistì, figlia del territorio siciliano, si conferma ancora una volta come eccellenza nella produzione di prodotti caratterizzati dall’uso esclusivo di ingredienti di prima qualità.

La crema di pistacchio, contenuta in un vasetto dal look elegante e moderno, si presenta come un must che vuole essere protagonista dei momenti più dolci e golosi della giornata. Un vasetto dallo stile pulito ed elegante che mette in risalto l’inconfondibile colore verde smeraldo della crema; 200g di puro oro verde che racchiude tutta la tradizione di Bronte e la storia di un territorio che vanta la produzione di un pistacchio unico al mondo.
Per la crema viene utilizzato il 45% del miglior pistacchio. Un frutto che ha lontane origini persiane e che ora nasce a Bronte, alle pendici del maestoso Etna, affondando le proprie radici nella lava. Unico e dall’aroma inconfondibile, il pistacchio viene coltivato e lavorato nella meravigliosa e fertile terra siciliana, all’interno di quello che è il più grande laboratorio artigianale scavato nella lava.
Ancora una volta Pistì e Bronte si confermano come un connubio imprescindibile. Lo stretto legame con il proprio territorio fa di Pistì un brand che dedica costante attenzione all’uso di materie prime di pregio e alla loro lavorazione, e che mette al primo posto il rispetto per l’ambiente prediligendo l’artigianalità, una ricerca costante e tanta creatività.
Per quel che riguarda Pistì, nasce a Bronte, ai piedi dell’Etna, una quindicina di anni fa. Nino Marino era un manager creativo proveniente dal settore alimentare, Vincenzo Longhitano invece era un abile dirigente cresciuto in una storica famiglia di produttori di Pistacchio. Nel 2000 i due giovani uniscono le loro forze per dare vita a una piccola produzione di alta pasticceria. Nello stesso anno, subito dopo il debutto al "Cibus" di Parma, le numerose richieste da parte della grande distribuzione rendono necessario l’acquisto di un’intera pasticceria nel centro di Bronte. Oggi Pistì è un punto di riferimento per il territorio di Bronte e, proprio grazie alla scelta di privilegiare uno standard qualitativo eccellente, impiega stabilmente 120 dipendenti fissi, che diventano 180 nei periodi di alta stagione.

0 commenti:

Posta un commento

Archivio CN

I più letti